Loading
Numeri utili    Mappa    Accessibilità    Contatti   
Chi siamo      Governance      Investor Relations      Press & media      News & eventi      Sostenibilità      Lavora con noi     
HOME Privati e famiglie Imprese e liberi professionisti Enti
ACCESSO CLIENTI
 
  Smart Web
L'internet banking
    800 227 788    
  Smart Trading
Il trading online
    800 227 788    
  C.B.I.
Il corporate banking
    800 921 136    
  BPER Card
Servizi Online
    800 440 650    
  Carte ricaricabili
Interrogazione movimenti
    800 440 650    
  Bemoov
Mobile Payment
    800 883 344    
  Visura
Visure on line
    06 684 1781    
  Tesoreria
Servizi Online
    199 163 506    
  Ordinativo Informatico
Accesso Enti
    199 163 506    
  Sanzioni Amministrative
Pagamenti Online
    -    
  Servizi e tributi vari
Pagamenti Online
    -    
  POS
Interrogazione terminali
    800 213 491    
noresconsole_ norespopup
   
 Chi siamo  
Storia

 

Siamo nati e cresciuti nella stessa terra. Da sempre ti conosciamo e sappiamo di cosa hai bisogno per far crescere il tuo mondo.

La storia del Banco di Sardegna


Nel 1944 viene fondato il Banco di Sardegna di Cagliari inizialmente come sola Sezione di "Credito Industriale".


Nel 1953, a seguito della fusione dell'ICAS (Istituto di Credito Agrario per la Sardegna) e dello stesso Banco di Sardegna di Cagliari, nasce il Banco di Sardegna, Istituto di credito di diritto pubblico, con sede legale in Cagliari e sede amministrativa e Direzione Generale in Sassari.

Nel 1970 avviene la costituzione della Sezione Autonoma per il finanziamento alle opere pubbliche ed agli impianti di pubblica utilità; nel 1982 viene poi approvato il nuovo statuto con la costituzione di una Sezione Speciale di "Credito Agrario". Vengono anche previste due gestioni contabili separate per il credito alle imprese artigiane e per il credito all'emigrazione.

Nel 1992 comincia una fase di importanti cambiamenti per l'Istituto con l'approvazione di un piano (ex legge "Amato") di trasformazione istituzionale, organizzativa ed operativa e con la conseguente trasformazione in Società per Azioni.

Vengono quindi a definirsi due ben distinte entità: il nuovo "Banco di Sardegna S.p.A." che, oltre all'azienda bancaria, incorpora in sé le preesistenti tre Sezioni Speciali di credito a medio lungo termine (Agrario, Fondiario, Finanziamento Opere Pubbliche) e la "Fondazione Banco di Sardegna", in cui il precedente Istituto di diritto pubblico idealmente prosegue la propria esistenza.

Nel 1992 il Banco interviene inoltre nella operazione di risanamento della Banca Popolare di Sassari, assumendone il controllo azionario e mutandone la denominazione in Banca di Sassari S.p.A.

Nel 2001 viene perfezionata l'operazione di acquisizione della quota di maggioranza del Banco di Sardegna e indirettamente delle diverse società facenti parte del suo Gruppo da parte della BPER Banca, di cui diviene "sub-holding".
 






Scopri la storia del Banco di Sardegna