news

Aggregatore Risorse

Interventi a favore di famiglie e imprese colpite da calamità naturali in Sardegna

Interventi a favore di famiglie e imprese colpite da calamità naturali in Sardegna

 

AL VIA DA LUNEDI' 26 NOVEMBRE GLI INTERVENTI

PER LE IMPRESE E LE FAMIGLIE DANNEGGIATE DAL MALTEMPO

 

 

Da lunedì 26 novembre sarà possibile rivolgersi alle filiali del Banco di Sardegna per accedere agli interventi di “Reazione e Rilancio” per i quali il Banco di Sardegna, in coerenza con le sue finalità di sostegno al Territorio nel quale opera e per dare un segnale tempestivo e tangibile alle famiglie e alle imprese dell’intera Isola colpite dal maltempo delle scorse settimane, ha stanziato un plafond di 50 milioni di euro.

 

Per le famiglie, il Banco ha previsto la possibilità di chiedere sia una moratoria di sospensione, fino a 12 mesi, del pagamento delle rate del mutuo casa, sia la concessione di un prestito personale per la riparazione o la sostituzione dei beni danneggiati.

 

Per le imprese di tutti i settori produttivi, il Banco ha previsto la possibilità di chiedere:

1) una moratoria di sospensione, fino a 12 mesi, delle rate di pagamento dei mutui;

2) un finanziamento a medio termine di liquidità per la ricostituzione delle scorte, per la sostituzione e/o riparazione dei beni danneggiati e per eventuali altri interventi finalizzati al rilancio dell’attività produttiva.

 

I finanziamenti non richiedono alcun tipo di garanzia ipotecaria e, per effetto della finalità specifica legata agli eventi calamitosi, prevedono condizioni di tasso ridotte e non comportano spese di istruttoria.

 

Per agevolare la rapida ripresa delle attività economiche e sostenere le famiglie, velocizzando e semplificando la tempistica e le modalità di concessione ed erogazione, la richiesta per l’ottenimento degli interventi dovrà essere accompagnata da una semplice autocertificazione dei danni subiti che, per le imprese, potrà essere veicolata, per una completa assistenza, tramite le principali associazioni di categoria. Anche i consorzi fidi di settore potranno intervenire con garanzia diretta nell’ambito delle convenzioni in vigore.