Bonifico istantaneo: tempi, costi, limiti e come farlo

Il bonifico istantaneo permette di trasferire denaro da un conto corrente a un altro con accredito della somma sul conto del beneficiario entro pochi secondi dall’operazione. Si tratta di un’operazione bancaria introdotta nel mese di novembre 2017 e fruibile sette giorni su sette, ventiquattro ore su ventiquattro per tutto il tempo dell’anno, week-end e festivi compresi.

Grazie al bonifico bancario istantaneo potrai trasferire denaro in tempo reale usando l’internet banking oppure, se preferisci, recandoti allo sportello della tua filiale.

Nei prossimi paragrafi troverai tutte le informazioni sul bonifico bancario istantaneo: come funziona, i massimali, i limiti di importo trasferibili, i costi da sostenere e il suo grado di sicurezza.

Differenze tra bonifico istantaneo e ordinario

Il bonifico istantaneo è un’operazione bancaria introdotta nel mese di novembre 2017 e consente di trasferire denaro in tempo reale da un conto corrente cointestato o intestato a una persona unica, a un altro, oltre che sulle carte prepagate con IBAN che rendono disponibile il servizio. L’operazione bancaria può essere effettuata tra persone fisiche, aziende o tra persone e aziende, all’interno dell’area SEPA (Single Euro Payments Area), ovvero l’area unica in cui cittadini, imprese ed enti possono eseguire pagamenti in euro.
 

Quella del bonifico istantaneo è una forma di pagamento sempre disponibile ventiquattro ore su ventiquattro, sette giorni su sette per tutto il tempo dell’anno: non ci sono quindi limitazioni in merito a orari e giornate festive.
 

Lo strumento del bonifico bancario istantaneo consente di inviare e ricevere bonifici da e verso banche facenti parte dell’Area SEPA aderenti allo schema SEPA Instant Credit Transfer, che comprende i seguenti Stati: i Paesi dell’Unione Europea, i tre Paesi dello Spazio Economico Europeo Islanda, Norvegia e Liechtenstein e gli otto Paesi extra UE che hanno come moneta l’euro, come ad esempio Svizzera, San Marino, Città del Vaticano, Principato di Monaco. Potrai, quindi, trasferire denaro anche all’estero nei paesi in cui la moneta utilizzata sia l’euro.
 

Quali sono le principali differenze tra bonifico istantaneo e ordinario? Principalmente riguardano le tempistiche di trasferimento del denaro da un conto corrente a un altro. Il bonifico ordinario, infatti, viene mediamente eseguito dalla banca entro le due giornate operative successive alla data di ricezione dello stesso. L’accredito al beneficiario avviene nello stesso giorno lavorativo bancario in cui i fondi sono disponibili presso la banca stessa.
 

Con il bonifico istantaneo, invece, il beneficiario potrà disporre del denaro trasferito entro pochi secondi dalla conclusione dell'operazione bancaria.
 

Un’altra differenza tra bonifico ordinario e istantaneo riguarda la possibilità di revocare l’operazione effettuata. Di regola non è possibile annullare un bonifico istantaneo visto le tempistiche molto rapide di trasferimento del denaro. Diversa è la situazione per il bonifico ordinario: la banca, su richiesta del cliente, ha comunque facoltà di consentire la revoca del bonifico entro il giorno lavorativo precedente alla data di esecuzione concordata. Quindi se io eseguo un bonifico lunedì con data di esecuzione concordata il mercoledì, il bonifico sarà stornabile entro martedì.
 

Ricordiamo che sia il bonifico istantaneo che il bonifico ordinario possono essere eseguiti tramite l’home banking o allo sportello in filiale.

 

Quanto tempo impiega un bonifico istantaneo ad arrivare?

 

Come già detto, la caratteristica principale del bonifico istantaneo è quella di trasferire denaro da un conto corrente a un altro in tempo reale, con la disponibilità della somma di denaro per il beneficiario entro pochi secondi dall'operazione.
 

È bene ricordare che il bonifico istantaneo non subisce l’interruzione del servizio nei giorni festivi e nei week-end. È, quindi, possibile eseguire un bonifico istantaneo non solo durante i giorni feriali e in concomitanza con gli orari di apertura della banca, ma anche nei giorni di sabato o domenica, ventiquattro ore su ventiquattro, sette giorni su sette.
 

Se il bonifico istantaneo non arriva sul conto del beneficiario le cause potrebbero essere una di quelle elencate in seguito.
 

  • Il conto corrente del beneficiario potrebbe essere incompatibile con la ricezione di bonifici istantanei perché non tutti i conti correnti sono stati aggiornati per poterli ricevere; in questo caso è necessario che il beneficiario contatti la propria banca per capire se si trova in questa situazione.
  • Potrebbe trattarsi di errori nell’inserimento dati del beneficiario con coordinate bancarie non corrette (IBAN sbagliato, nome della banca errata, codice BIC o Swift non esatti).
  • Potrebbe anche succedere che il destinatario abbia subito un blocco delle movimentazioni e quindi il conto corrente risulti bloccato temporaneamente. In questo caso è necessario contattare la propria banca perché gli operatori possano fare una ricerca per rintracciare il bonifico istantaneo non arrivato; sarebbe utile munirsi del numero TNR (Transaction Reference Number) chiedendolo all’ordinante il bonifico così da avere più chance nel rintracciamento del bonifico istantaneo.
     

Diversa è la situazione per la quale un bonifico istantaneo effettuato non risulti contabilizzato. Ci si accorge di questa situazione consultando la propria lista movimenti tramite internet banking oppure recandosi in filiale. Si noterà una differenza tra il saldo contabile e il saldo disponibile perché l’operazione è stata eseguita e ricevuta dai sistemi, quindi sta per essere processata, ma non è ancora stata registrata all'interno della tua lista dei movimenti. In questo caso si suggerisce di rivolgersi al proprio istituto bancario per verificare la situazione.

 

Limiti e massimale del bonifico istantaneo

 

C’è un importo massimo trasferibile attraverso lo strumento del bonifico istantaneo? Esiste un limite di denaro per bonifico istantaneo e, fino all’anno 2019, questa soglia era fissata a 15 mila euro. Tuttavia, nel luglio 2019 il Consiglio Europeo dei Pagamenti ha elevato tale soglia a 100 mila euro.
 

Ciò, però, non significa che qualsiasi banca preveda questo limite. Infatti, i fornitori di servizi di pagamento non sono obbligati a prevedere quest’ultimo importo come limite massimo di denaro trasferibile attraverso un bonifico istantaneo.
 

Per quanto riguarda il Banco di Sardegna, ad esempio, il massimale per il bonifico istantaneo varia a seconda della modalità di esecuzione attraverso l’home banking oppure allo sportello: il limite è di 5.000 euro se eseguito online, mentre sale a 15.000 euro se eseguito in filiale.

 

Bonifico istantaneo: come farlo e costi

 

È possibile effettuare un bonifico istantaneo sia online che recandosi nella filiale della propria banca.
 

In questo paragrafo vedremo passo passo come inserire un bonifico istantaneo utilizzando l’internet banking del Banco di Sardegna.
 

Per effettuare un bonifico istantaneo online con l’internet banking basta collegarsi all’APP o sito della banca inserendo i dati di accesso richiesti. Una volta eseguito l’accesso all’app o al sito web della banca, ti basteranno pochi passaggi per eseguire il bonifico istantaneo.
 

  1. Nel menu dell’app del Banco di Sardegna Smart Banking - BPER Banca, all’interno della sezione Operazioni, clicca su “bonifico ordinario - istantaneo”. Successivamente inserisci i dati del bonifico per effettuare un bonifico verso nuovi beneficiari, oppure seleziona “ultimi bonifici” per recuperare i dati dai tuoi ultimi pagamenti.
  2. Inserisci i dati richiesti nei campi obbligatori (intestazione del beneficiario, importo da pagare, IBAN del soggetto che riceve il pagamento e data dell’operazione) e fai clic su "continua".
  3. Prima di confermare l’operazione dovrai flaggare l'opzione "istantaneo" selezionare la modalità “bonifico istantaneo cliccando sul pulsante dedicato a questa opzione. Nello step di esito, verifica la riuscita del bonifico.
  4. Fai clic su “dettagli pagamento” per visualizzare il riepilogo dei dati del bonifico.

 

Il bonifico istantaneo è revocabile? Come annullare l’operazione

 

Una volta che eseguirai un bonifico istantaneo ricorda che questa operazione non è revocabile. In pratica, dopo aver confermato l’operazione dal proprio conto corrente non sarà più possibile bloccarne l’esecuzione. Questo perché il bonifico istantaneo prevede tempi di emissione e di accredito di pochi secondi e quando viene dato l’ok per l’operazione l’ordinante si ritrova l’immediata somma bonificata sottratta dal proprio conto e già accreditata sul conto del destinatario. Non esiste, quindi, un lasso di tempo di “ripensamento” come previsto per i bonifici ordinari effettuati online o in filiale.
 

Per recuperare eventualmente la somma indebitamente trasferita sarà necessario contattare il beneficiario e chiedere che esegua a sua volta un bonifico per riaccreditarti la somma di denaro erroneamente trasferita dal tuo conto corrente al suo.
 

Un’altra opzione potrebbe essere richiedere alla propria banca di fare da intermediario contattando la banca beneficiaria ed esponendo la situazione. In questo caso la banca del destinatario provvederà a impostare il rimborso solo se otterrà l’autorizzazione dal soggetto che ha ricevuto la somma.
 

Ultima chance da considerare, in caso di bonifico istantaneo effettuato erroneamente, è adire le vie legali avviando un’azione civile nei confronti del beneficiario del bonifico istantaneo per recuperare la somma.

 

Il bonifico istantaneo è sicuro? Gli eventuali rischi

 

In linea generale le operazioni bancarie di bonifico istantaneo eseguite online attraverso l’home banking possono considerarsi sicure perché assicurano transazioni rapide e più efficienti in termini di sicurezza rispetto a quelle eseguito tramite bonifico ordinario. Questo perché l’utilizzo del metodo di pagamento del bonifico istantaneo rende più sicuro lo scambio di denaro grazie a pagamenti completamente tracciabili.
 

Come ogni operazione di trasferimento di denaro è importante essere scrupolosi nel momento in cui si opta per una forma di pagamento con trasferimento immediato di denaro. Ricordiamo che un bonifico istantaneo viene eseguito in pochissimi secondi e questo lo rende potenzialmente uno strumento accattivante per chi compie abitualmente truffe ai danni di consumatori o imprese.
 

Quando la somma di denaro entra nella disponibilità del beneficiario del bonifico è oggi molto complesso recuperare tale somma di denaro, come visto nel paragrafo precedente. Ciò che si consiglia è prestare particolare attenzione ogni qual volta viene richiesta la modalità di pagamento tramite bonifico istantaneo (a volte viene richiesta in cambio di una forte scontistica su prodotti o per velocizzare la prenotazione di un eventuale servizio).
 

Per identificare un tentativo di truffa a mezzo bonifico bancario istantaneo potrebbero aiutarti le seguenti accortezze da mettere in pratica:
 

  • fai attenzione alle coordinate bancarie che ti vengono fornite, soprattutto se provengono da paesi stranieri (spesso i truffatori si appoggiano a conti internazionali);
  • se dovessi ricevere i dati per effettuare un bonifico istantaneo via mail, controlla l’ortografia ed eventuali errori di battitura perché spesso dietro errori apparentemente banali si nascondono truffatori;
  • verifica, ove possibile, l’attendibilità del venditore e dei prodotti/servizi proposti prima di effettuare un bonifico istantaneo.
     

In linea di massima lo strumento del bonifico istantaneo è considerato un metodo di pagamento sicuro ed efficace, pertanto puoi utilizzarlo con tranquillità facendo sempre attenzione alle richieste e da chi provengono per evitare spiacevoli inconvenienti.

Tutti i diritti riservati. Gli articoli, i materiali, i contenuti ed i servizi presenti sul Magazine del sito bancosardegna.it sono destinati ad un utilizzo personale e non professionale e non possono essere copiati, trasmessi, pubblicati, distribuiti o sfruttati commercialmente senza l’esplicito consenso scritto del Banco di Sardegna. Tutti i materiali pubblicati, inclusi a titolo esemplificativo, articoli di informazione, fotografie, immagini, illustrazioni, sono protetti dalle leggi sul diritto d’autore e sono di proprietà dell’editore o di chi legittimamente disponga dei diritti relativi. Le informazioni contenute nel presente documento si basano su fonti ritenute attendibili, tuttavia Banco di Sardegna non ha effettuato una verifica indipendente relativa a tali informazioni e declina ogni responsabilità a riguardo. Conseguentemente, nessuna garanzia, espressa o implicita, è fornita, né alcun affidamento può essere fatto riguardo alla precisione, completezza o correttezza delle informazioni e delle opinioni contenute in questo documento. Il Banco di Sardegna non può essere ritenuto responsabile per danni derivanti dall’utilizzo della presente pubblicazione. Le informazioni riportate hanno solo uno scopo informativo, non sono da intendersi, interpretarsi o considerarsi in alcun modo come messaggio promozionale ovvero offerte di vendita o sollecitazioni a sottoscrivere, invito ad acquistare o vendere o come raccomandazione ad acquistare o collocare qualsiasi tipo di strumento finanziario, né come giudizi da parte del Banco di Sardegna sull’opportunità dell’investimento in alcuno dei prodotti illustrati, o ricerca in materia di investimenti, né tantomeno costituiscono una raccomandazione ad eseguire alcun tipo di operazione. Quanto ad eventuali richiami di natura fiscale qui contenuti, va rilevato che i livelli e le basi di tassazione a cui fanno riferimento gli articoli pubblicati sono suscettibili di cambiamenti rispetto alla data di pubblicazione e possono incidere sul valore dell’investimento; Banco di Sardegna non ha l'obbligo di mantenere aggiornate queste informazioni, né tantomeno di aggiornarle. La distribuzione di questo documento in altre giurisdizioni può essere soggetta a restrizioni e pertanto le persone alle quali dovesse pervenire tale documento si dovranno informare sull’esistenza di tali restrizioni ed osservarle.