Pagare con il telefono: le app per smartphone e come fare

Pagare con il telefono: le app per smartphone e come fare

Come pagare con il telefono e quali app usare? Scopri la guida ai pagamenti digitali a firmata Banco di Sardegna e usa lo smartphone al posto della carta.

Pagare con il telefono: come funziona e cosa sono i pagamenti digitali

Pagare con il telefono: come funziona e cosa sono i pagamenti digitali

Pagare con il telefono è diventata una delle operazioni più semplici, pratiche e sicure per effettuare operazioni economiche senza avere con sé la carta di credito o di debito. Questo metodo rientra nella categoria dei pagamenti digitali, cioè operazioni effettuate con strumenti elettronici che vengono addebitate su un conto corrente. I pagamenti digitali possono essere eseguiti nelle modalità seguenti:

  • il sistema contactless, semplicemente appoggiando la propria carta di credito o di debito al POS;
  • con smartphone e iPhone;
  • con i wearable objects come gli smartwatch e gli Apple Watch.

 

Come faccio a pagare con il telefono?
 

Pagare con il telefono è un’operazione semplice e veloce che ti permette di effettuare pagamenti anche quando dimentichi il portafoglio, in quanto non è necessaria alcuna carta di credito o di debito.

È in questo che consiste la facilità dell’operazione. È sufficiente avere uno smartphone o un iPhone che supporti l’app della propria banca, generalmente è l’app di home banking, e che abbia una connessione NFC per lo scambio dati (ormai da diverse generazioni, tutti i device hanno questo protocollo).

Un altro modo e più diffuso recentemente è l’utilizzo di sistemidi pagamento online come Google Pay, Apple Pay e Samsung Pay.

Come avviene il pagamento delle operazioni con questi sistemi di pagamento? Semplice.

Prima è necessario dotarsi dell' app associata al sistema di pagamento. Attraverso lo store del proprio smartphone o iPhone è necessario scaricare una delle app precedentemente indicate (Google Pay, Samsung Pay; mentre  per Apple si utilizza il wallet che è già installato sul dispositivo): su alcuni device sono già installate e le trovi nel menu del telefono. Ovviamente, è necessario scaricare l’app più adeguata al brand del proprio device. Ad esempio, il Wallet di Apple non è utilizzabile sugli smartphone con sistema operativo Android; quindi, prima di scaricare l’app verificate se è supportata dal vostro telefono e dal sistema operativo (sono informazioni che si trovano facilmente sullo store del vostro dispositivo).

Una volta scaricata l’app:

  • aggiungere la propria carta di credito o di debito nell’app;
  • seguire le indicazioni per il pagamento suggerite dall’app che hai scelto e caricato.

Ogni app differisce dall’altra per poche caratteristiche.

 

Quali sono le app per pagare con il telefono
 

I sistemi di pagamento più diffusi e sicuri per i pagamenti digitali sono: Google Pay, Apple Pay, Samsung Pay, Garmin Pay, FitBit Pay. Tutti questi metodi di pagamento supportano l’associazione di una carta di credito, prepagata o debito del Banco di Sardegna.

Queste app hanno modi di utilizzo simili e cambiano per pochi dettagli, ecco i principali.

Come fare per pagare con Google Pay:

  • l’app è supportata solo da smartphone con sistema Android dalla versione 5.0 in poi;
  • per pagamenti inferiori a 25 euro non è necessario sbloccare il telefono;
  • per pagamenti superiori ai 25 euro, sarà necessario sbloccare il telefono con il PIN, l'impronta digitale, l'iride o la sequenza.

Come fare per pagare con Apple Pay:

  • Wallet Apple è utilizzabile solo sui device Apple, quindi: iPhone, iPad;
  • Wallet Apple Pay è già presente sui dispositivi ed è possibile aggiungere, scansionandola, la propria carta di credito o prepagata.
  • i pagamenti digitali con iPhone possono essere effettuati avvicinando l’iPhone al POS mentre si tiene premuto il Touch ID;
  • si può pagare con Face ID se si preme due volte il tasto laterale dell’iPhone, si guarda il display e si avvicina il telefono al lettore POS.

Come fare per pagare con Samsung Pay:

  • sui dispostivi brandizzati, Samsung Pay è già installato; nel caso non lo fosse, è possibile scaricarlo dal Samsung Store o da Google Play Store;
  • per pagare con il tuo telefono avvicinalo al POS;
  • Samsung Pay è protetto dalla piattaforma di sicurezza Knox e ogni volta sarà necessario autorizzare l’operazione con il PIN, con l’impronta digitale o con l’iride.

Come fare per pagare con Garmin Pay:

  • i Garmin Watch sono già dotati dell’app Garmin Pay;
  • associa la tua carta di credito o prepagata di BPER Banca;
  • per effettuare pagamenti, è sufficiente avvicinare il tuo Garmin Watch al Pos.

Come fare per pagare con FitBit Pay:

  • gli smartwatch Fitbit sono già dotati dell’app FitBit Pay;
  • associa quindi nell’app la tua carta di credito o prepagata di BPER Banca;
  • per effettuare pagamenti, è sufficiente avvicinare il vostro FitBit o smartwatch al POS.

Infine, solo nel caso delle carte di debito BPER è necessario scaricare l’app BPER card e caricare la propria carta. Il pagamento avviene sempre tramite i sistemi sopra indicati.

 

Pagare con telefono Android o iPhone: differenze


I sistemi di pagamento con il telefono sono quasi tutti identici. L’unica differenza a cui badare è se si possiede uno smartphone con sistema operativo Android oppure iPhone con sistema operativo iOS.

Le app supportate dal sistema operativo Android sono: Samsung Pay, Google Pay, FitBit Pay e Garming Pay.

L’app supportata dal sistema operativo iOS e quindi dal tuo iPhone è esclusivamente Wallet Apple.

Per scegliere al meglio l’app di pagamenti digitali con il telefono, consulta l’elenco nel paragrafo precedente o approfondisci nella pagina dedicata ai pagamenti digitali di Banco di Sardegna.

Mastercard e gli altri: quali sono i circuiti di pagamento supportati dalle app?

Per poter effettuare i pagamenti digitali con il proprio smartphone o iPhone è necessario, quindi, dotarsi di una delle app sopra elencate e aggiungere la propria carta di credito o debito.

La maggior parte delle carte di credito in Italia appartengono ai circuiti di pagamento più diffusi al mondo. Le app Google Pay, Wallet Apple, Samsung Pay, Garmin Pay, FitBit Pay supportano quindi i circuiti di pagamento Mastercard, Visa, American Express, Diners e Jcb.

Bisogna fare attenzione nel caso di e-wallet e carte virtuali perché potrebbero non essere supportate dalle app a prescindere dal circuito di pagamento; consultate sempre le condizioni d’utilizzo di quella che scegliete.

Cosa e dove pagare con il telefono

Rispondere alla domanda cosa pagare con il telefono è facile: praticamente tutto. Cioè, è possibile acquistare qualsiasi bene purché l’esercente sia dotato di POS (in Italia è obbligatorio dal 30 giungo 2022, secondo il Decreto PNRR del 13 aprile).

Dove pagare con il telefono, dipende dall’app che avete scelto per i vostri pagamenti. La maggior parte degli esercizi accetta le app che abbiamo visto in questo articolo.

Generalmente, gli esercizi commerciali che espongono il simbolo della trasmissione dati – simile a quello della wifi. Nel caso di Apple Pay o Google Pay spesso i negozi espongono i relativi loghi per indicare che la modalità di pagamento è accettata.

Pagare con il telefono è sicuro?

Pagare con il proprio telefono è un’operazione sicura e protetta.

Tutte le app per i pagamenti digitali con smartphone Android e iPhone sono dotate di piattaforme di sicurezza e protezione da attacchi malware e ransomware. Inoltre, in caso di smarrimento del telefono, non c’è il rischio che qualcuno si appropri dei tuoi dati della carta di credito o debito né del conto corrente perché le app menzionate non salvano i dati sul dispositivo: il protocollo di trasmissione dati della tecnologia NFC è sicuro e sempre controllato. Senza considerare le tradizionali garanzie antifrode assicurate dalla carta di credito o debito associate all’app restano comunque valide.

 

 

contatti standard..

Ad magazine pagare col telefono

Messaggio pubblicitario con finalità promozionali

*Per un elenco completo dei dispositivi compatibili con Apple Pay, vai su support.apple.com/Km207105  .

Per tutte le condizioni contrattuali ed economiche puoi leggere i fogli informativi che trovi in Filiale o su www. bancosardegna.it
In caso di pubblicità per carte di credito a saldo: La banca - prima di concedere una carta di credito - valuta la capacità di creditizia, cioè la possibilità di sostenere l’addebito mensile. La carta è emessa da Bibanca, mentre il Banco di Sardegna la distribuisce e quindi la consegna al cliente.